emule per android. Scarica con tablet/cellulare

Ormai il tablet ed il cellulare (o per meglio dire smartphone) stanno sostituendo il PC nelle abitudini di consumo degli italiani e quindi anche i programmi una volta utilizzati sul personal computer di casa o sul portatile si stanno spostando verso queste nuove piattaforme, da qui la domanda: esiste una versione di emule per Android? Vediamo di scoprirlo in questa guida spiegandone le modalità di installazione, il funzionamento ed eventualmente quali possono essere le criticità nel suo utilizzo.

Prima di iniziare una precisazione il software emule per Android non è ufficialmente supportato poiché è disponibile solo per il sistema operativo Windows.  Se avete un computer Apple o Android come in questo caso dovete optare su soluzioni sviluppate da terzi per poterlo usare. Se hai un computer Apple e vuoi approfondire potrebbe esserti utile questa guida su: emule per mac.

Oggi, con l’evoluzione delle piattaforme è plausibile poter pensare in talune situazioni emule su tablet o emule su smartphone; vediamo come.

Cercando in rete ho trovato una serie di software/app che possiamo installare gratis sui nostri smartphone o  tablet e che ci consentiranno di collegarci alla rete dei server emule e scaricare files.

 

Attenzione:

  • Scaricare file significa consumare molto velocemente traffico; il consiglio è quello di spegnere la rete dati mobile del dispositivo se non vogliamo incorrere in bollette salate o trovarci al 3 del mese senza più traffico internet sul dispositivo mobile. Questo tipo di applicazioni va utilizzato solo in WiFi.
  • Le App selezionate sono di buona fattura ma devono funzionare su dei dispositivi hardware che hanno prestazioni molto inferiori a quelle di un PC tradizionale; non aspettatevi quindi tutte le funzioni di Emule per PC; questi programmi tendono a ridurre le funzionalità all’essenziale.
  • Formato dei file scaricati: ricordatevi che in internet esistono decine di formati di compessione. I file che normalmente possono essere visti da un PC potrebbero creare problemi ad essere letti da tablet o cellulari; chiaramente estensioni come mp3 (per la musica) o jpg o gif (per le immagini) non daranno problemi mentre su mp4 o avi (le estensioni più comuni per i file video) potrebbero incominciare ad esserci problemi di lettura
  • Passiamo alla memoria, alla capacità d’archiviazione del dispositivo: un dispositivo mobile come tablet o smartphone nasce per fare altro; ovviamente anche la sua capacità di memorizzare informazioni; documenti; immagini; video è tarata su altri usi e quindi o acquistate qualche SD card per memorizzare i file scaricati oppure in poco tempo esaurirete lo spazio d’archiviazione a vostra disposizione; su Amazon potete trovare molte proposte di SD card; tenete presente che un film pesa in media 1.2 GB e che questi dispositivi d’archiviazione hanno solitamente 32 Giga; oltre questa dimensione potrebbe succedere che l’SD card non è supportata dallo smart phone.

 

L’ App si chiama Mule on Android ed è in grado di connettersi alla rete ED2K ossia quella di eDonkey2000. L’app è gratuita, la si puo’ scaricare direttamente da Google Play ed è disponibile anche in lingua italiana.

emule per android: l'app Mule on Android

emule per android: l’app Mule on Android

Come precisato all’inizio della guida questi software hanno spesso funzionalità limitate; in questo caso infatti non è possibile condividere i file del proprio dispositivo con altri utenti ma solo cercare i file e scaricali (solitamente è quello che però serve).

 

Attraverso le varie schermate è possibile:

  • cercare un determinato file con la funzione trova
  • controllare lo status dei file che si sta scaricando (funzione transfer); si puo’ vedere la velocità di trasferimento ed avere un’idea dei tempi di scaricamento
  • gestire i settings personali come nome utente; dove salvare i file scaricati
  • scegliere a quali servers connettersi e se attivare o meno la rete KAD.

 

Ho provato un po’ il software sul mio cellulare e onestamente il software fa il suo lavoro.

E’ molto semplice da utilizzare e i file vengono scaricati senza problemi.

In alternativa si puo’ optare per l’app di BitTorrent che alla pari del suo fratello maggiore sviluppato per PC consente anch’egli di cercare files e scaricarli direttamente dal dispositivo mobile. Le precauzioni sono le medesime fatte ad inizio articolo. Anche in questo caso ho scaricato il file direttamente da GooglePlay e vi consentirà di fatto di cercare, scaricare e visualizzare torrent (i file multimediali) direttamente dal cellulare. Anche in questo caso il feedback testando l’app è buono; la funzione di ricerca funziona alla perfezione ed il prodotto

emule per android: l'app BitTorrent

emule per android: l’app BitTorrent

emule per tabletemule per cellulareemule per smatphoneemule per smatphoneemule per smatphoneemule per smartphoneemule per tabletemule per cellulare

 

 

Leave a Reply